Slitta l’entrata in vigore del documento unico di circolazione dell’auto

Secondo Aniasa, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, la proroga del termine per l’entrata in vigore della nuova disciplina del Documento Unico di circolazione e proprietà degli autoveicoli, inizialmente prevista entro il 31 marzo e ora spostata al prossimo 30 giugno, “è necessaria per mettere a punto un sistema digitale efficace”.

Leggi qui l’articolo completo

 

La strada per la mobilità sostenibile e il trasporto pubblico locale

i troviamo attualmente in una nuova fase di ricostruzione del Paese. Viviamo un periodo difficile, ma di fiducia verso il nuovo Governo guidato da un leader come Mario Draghi, e ciò va colto come opportunità di rilancio dell’economia, ma soprattutto come spunto per un approccio olistico al tema della mobilità sostenibile, considerata come uno dei tasselli basilari per la rigenerazione delle nostre realtà urbane.

Leggi qui l’articolo completo

Smart mobility, i trend per il 2021

Efficientamento delle flotte, corporate car sharing, veicoli a basse emissioni, smart city e ulteriore crescita del monitoraggio della vettura grazie a sempre più diffusi dispositivi IoT. Sono questi, secondo un’indagine condotta da Geotab e Webfleet Solutions, i cinque trend che caratterizzeranno lo sviluppo della mobilità nel 2021.

Leggi qui l’articolo completo

Auto, il noleggio aumenta le offerte

Comprare o noleggiare un’auto? Per Gianluca Testa, managing director Southern Europe Avis Budget Group, «stiamo assistendo a cambiamenti importanti nel comportamento dei consumatori in relazione alla mobilità, cambiamenti che sono accelerati dalla pandemia. Lo scorso anno i dati del nostro rapporto sulla mobilità Road Ahead ci hanno mostrato che il 71% degli italiani sarebbe disposto a rinunciare alla proprietà di un’auto a favore di soluzioni di noleggio a breve termine, un dato che potrebbe diventare ancora più significativo post-Covid.

Leggi qui l’articolo completo

Vetture, gli assistenti elettronici non sono garanzia totale di sicurezza

La pubblicità li mostra come garanzia totale per evitare gli incidenti, ma gli assistenti avanzati elettronici, quelli che, ad esempio fanno frenare da sola l’auto per un’emergenza, un passante o un animale comparsi improvvisamente sul tragitto, non sono una garanzia assoluta. L’elettronica applicata alla guida, che può rimediare a comportamenti errati che sono causa dell’80% degli incidenti hanno degli effetti perversi. L’organismo di test Euro Ncap (European New car Assessment Program, detto programma europeo di valutazione dei nuovi modelli), un’associazione di diritto privato belga che riunisce gli automobil club, gruppi di consumatori e ministeri dei trasporti di diversi Paesi europei, ha deciso di valutare l’insieme degli aiuti alla guida nel quadro di un nuovo protocollo.

Leggi qui l’articolo completo

Il virus spinge le vendite d’auto vecchie in Europa per evitare i mezzi pubblici

Meglio usare un’auto vecchia piuttosto che i mezzi pubblici con il rischio di contagiarsi: è un pensiero sempre più diffuso, da Londra a Madrid, passando per Francia e Germania. Tanto che in Europa il mercato delle auto usate, soprattutto le più obsolete e a basso costo, ha subìto una sferzata di vitalità mentre le vendite di vetture nuove stanno vivendo una battuta di arresto. Il trend è fotografato da una ricerca di Ihs Markit e dai dati forniti all’agenzia Reuters dal portale AutoScout24 che indicano l’aumento delle immatricolazioni di auto vecchie in tutto il Continente, e un picco di ricerche su internet di veicoli obsoleti.

Leggi qui l’articolo completo